Loading...

Una galleria naturale formatasi 3,5 miliardi di anni fa potrebbe essere il luogo ideale per un avamposto umano sul nostro satellite.

E’ stato scoperto e mappato un tunnel lunare largo 100 metri e lungo più di 50km ed è il miglior sito mai scovato che possa fungere da luogo ideale per edificare un avamposto di terraformazione.  La cavità si sarebbe formata quando il cuore della Luna era ancora caldo, lavico, circa 3,5 miliardi di anni orsono.

Allo stato attuale il tunnel nell’area Marius Hills, si presenta vuoto e pronto per essere esplorato dall’uomo o quantomeno da  sonde dedicate.

Il tunnel lavici si formano quando l’attività dei vulcani da cui sono originati cessa improvvisamente e la lava che originariamente li ha scavati, fluisce via o si raffredda. E’ un fenomeno anche di natura terrestre ma i nostri tunnel sono decisamente più piccoli. Sulla luna la bassa gravità è un fattore determinante per la formazione di tunnel di enorme entità, grandi quanto metropoli gigantesche.

L’idea di colonizzare il sottosuolo della luna non è nuova. La sonda nipponica SELENE ha compiuto la scansione e la mappatura dell’area comunicando molti dati importanti sulla conformazione della galleria di Marius Hills. I ricercatori dell’agenzia spaziale giapponese Jaxa spiega come la sonda abbia individuato la galleria servendosi di uno strumento chiamato Lunar Radar sounder. L’eco dei segnagli radar emessi dalla sonda ha permesso di mappare il sottosuolo della porzione lunare.

Uno dei principali utilizzi della galleria potrebbe essere quello di scudo dalle radiazioni e dai meteoriti. Il soffitto di roccia selenica proteggerebbe eventuali scienziati o strumentazioni dalle intemperie spaziali.

“Stay App tuned”

Leggi anche

Condividi l'articolo