Loading...

Il suo nome è Tactile ed è capace di convertire in tempo reale le stringhe di testo stampate  in stimoli tattili Braille.

A realizzarlo sono state delle studentesse del MIT, ma ora la vera sfida è riuscire a produrlo e venderlo ad un prezzo accessibile alla media.

Il dispositivo è piccolo come un porta occhiali e può leggere i documenti e tramutarli in Braille automaticamente. Si fa scivolare la sua base sopra un foglio con del testo stampato ed ecco che una fotocamera comunica il testo ad un generatore di stimoli tattili a pistoncini che si attivano sotto le dita dell’utente.

Attualmente, dopo la realizzazione del prototipo, le ricercatrici stanno lavorando al miglioramento della visuale di Tactile per renderlo più affine ad uno scanner in formato portatile. L’idea è quella di far sì che lo strumento possa inquadrare il foglio nella sua interezza prima di tradurlo.

Il progetto vuole essere una valida concorrenza a tutti i prodotti già presenti sul mercato nel campo della traduzione del testo in braille. Gli strumenti attualmente più utilizzati hanno un costo che si aggira attorno ai 2500 dollari. Tactile vuole rivoluzionare il campo a partire dalla sua accessibilità nel prezzo e dovrebbe costare attorno ai 200 dollari.

“Stay App Tuned”

Leggi anche

Condividi l'articolo