Loading...

Le stelle cadenti nel cielo notturno di ottobre, il picco tra il giorno 21 e il 22

Questo è il mese delle Orionidi, uno dei principali sciami autunnali. A differenza di quanto si creda, non sono soltanto i cieli estivi quelli capaci di stupirci con spettacoli meteorici di grossa entità. Questo Ottobre è infatti il mese giusto per potersi godere uno spettacolo più unico che raro, nello specifico l’evento vedrà il suo picco nella notte a cavallo tra i giorni 21 e 22 .

Con un cielo terso (un buon seeing per gli astrofili) , di buona qualità come quello di montagna, lontano dalle luci della città sarà possibile anche in Italia, avvistare il passaggio di queste particelle residue della Cometa di Halley. Secondo gli astronomi se ne potranno osservare fino a 30 all’ora. Le particelle prenderanno fuoco a contatto con l’atmosfera a una velocità di 60 chilometri al secondo lasciando una scia multicolore.

La Terra si imbatte in sciami di detriti due volte l’anno, precisamente a ottobre e a maggio (ETA Aquaridi). Gli sciami detritici prendono il nome dalla zona del cielo del loro radiante ovvero il punto in cui sembrano originarsi. Per questa occasione si dovrà appunto volgere lo sguardo ad est dopo la mezzanotte per trovare il braccio di Orione.

Quest’anno la visibilità sarà speciale perché (per fortuna) il cielo notturno avrà la Luna nuova a partire dal giorno 19, sarà quindi assente l’inquinamento luminoso improprio del nostro satellite naturale.

“Stay App Tuned”

Leggi anche

Condividi l'articolo