Nik Collection, un regalo prezioso da Google per il Photo editing
Loading...

Una piccola Suite per l’editing fotografico rapido, capace di stupire anche gli scettici.

Nik Collection

Qualche anno fa l’azienda di software per foto ritocco Nik ( in cattive acque, economicamente parlando), suggellò un accordo con il colosso di Mountain View per l’ upgrading e la distribuzione di un pacchetto composto da sette piccoli software di cui era proprietaria per idea e sviluppo. Google dopo la decisione e l’acquisto dei diritti e della licenza, intraprese un percorso appunto di distribuzione e miglioramento dei sette software della Nik portandoli ad una grossa fetta di consumatori che dapprima era molto scettica e purista di Photoshop.

 

Ovviamente questo pacchetto, gioiellino del photo editing, era scaricabile direttamente dal sito internet dedicato ma alla cifra quasi importante di 153 euro + iva (In origine 500 Dollari).

Gli utenti paganti hanno beneficiato di questo strumento godendosi di tanto in tanto anche importanti aggiornamenti dal punto di vista della grafica, della compatibilità, della funzione.

Ma tutto questo è finito nel 2016

A partire da quell’anno infatti Google ha comunicato il definitivo abbandono del progetto, cosa che un po’ ha infastidito i fruitori paganti, ma alla fine tutti i software a un’occhiata rapida sembravano aver raggiunto un buon livello di ottimizzazione, stabilità e completezza.

Da lì in avanti

Dal 2016 però il download e l’utilizzo della famiglia di applicazioni sono stati resi del tutto gratuiti dall’Azienda, una cosa buona, ottima per i novizi, che ha portato il prodotto a una fama superiore.

Ma non è tutto oro quel che luccica. Google infatti ha reso sì gratuita la suite di fotoritocco della Nik Software, ma ha annunciato che non avrebbe più portato avanti il progetto di sviluppo e quindi non avrebbe di lì in avanti rilasciato ulteriori upgrade né di natura grafica né di natura funzionale.

E così è stato.

Con questo articolo della nostra sezione Tool, noi di Skillapp vogliamo consigliare l’utilizzo di questo cluster di prodotti che sa accompagnare bene ogni fase della post produzione fotografica e dell’eventuale ottimizzazione volta ai fini del posting. Ovviamente il largo utilizzo della Nik Collection è consentito a tutti, utenti Windows e Mac e tramite GIMP e Wine persino su Linux.

Un consiglio spassionato rivolto ai nuovi utenti è però quello di non affezionarsi troppo alla Nik, in quanto questa potrebbe cessare di funzionare in seguito all’avanzare delle versioni dei sistemi operativi delle macchine che la ospitano, o nel peggiore dei casi potrebbe del tutto scomparire dalla rete.

Nel dettaglio i sette software si suddividono in Funzioni o Compiti specifici. Ognuno di essi infatti è un piccolo strumento capace di svolgere azioni ben precise di natura settoriale.

 

NIK COLLECTION 

Download dal sito ufficiale tutta la Suite.

1. Analog Efex Pro

Che applica simulazioni di lenti e pellicole di camere d’epoca e gestisce tutto il procedimento per rendere un’immagine digitale il più affine possibile ad una analogica. Ogni preset funziona in maniera del tutto pre ottimizzata e mira a soddisfarci già con la sola applicazione. Ma ogni parametro resta comunque editable. 

 

 

2. Color Efex Pro

Che applica e rende manovrabili filtri ed effetti di natura contestuale e possiede anche un simulatore di HDR.

 

 

3. Dfine

La cui funzione è quella di ridurre il rumore digitale dai nostri scatti, e lo fa davvero bene, senza spappolare i colori.

 

 

4. HDR Efex Pro

Specializzato nell’elaborazione dei file nativi di tipo HDR. 

 

                                                                                                         

 

5. Sharpener Pro

Utile esclusivamente a lavorare sulla nitidezza come suggerisce il nome. Si divide a sua volta in due software uno definito Output sharpening e l’altro chiamato RAW Presharpening. 

 

 

6.Silver Efex Pro

Questo strumento è utile alla conversione di una foto digitale dal colore al B/W. L’ottimizzazione dei preset è garantita ma ancora una volta il nostro gusto può essere assecondato tramite i comandi di editing.

 

 

7.Viveza

Utile alla regolazione ulteriore della saturazione e del colore di una foto digitale.

 

E’ doveroso ricordare che ognuna di queste app può funzionare come software autonomo pronto al lancio e anche come plug in interno di Photoshop e Lightroom, basta estendere a quei software la loro presenza durante l’installazione flaggando le dovute caselle.

Sempre di Google in correlazione con NIK Software ricordiamo anche Snapseed divenuto in poco tempo uno dei migliori e compatti photo editor per dispositivi mobili, Android e iOS.

Stay App Tuned! 

Leggi anche

Condividi l'articolo