Micro-robot anti patogeni per ripulire le acque e renderle potabili. - Skillapp - Web Agency Napoli
Loading...

Messi a punto da un team di ricerca tedesco, sono capaci di muoversi e pulire le acque in modo autonomo e sono di facile rimozione, basta un magnete.

Il primo step problematico della purificazione delle acque e la loro potabilizzazione, sono i disinfettanti anti patogeni impiegati. Solitamente li beviamo e spesso si disperdono nell’ambiente. In loro sostituzione, un team di lavoro tedesco della Max Planck Institute for Intelligent Systems ha messo a punto una flotta di piccoli robot grossi un micron.

Questi dispositivi, immersi nelle acque infestate da Escherichia coli  ne eliminano fino all’80% in pochi minuti ( circa 20 ), e la loro peculiarità è il magnetismo. A compito esaurito possono essere rimossi da un bicchiere con l’ausilio di una calamita.

Le piccole macchine hanno due lati diversi.

Metà della sfera è composta di magnesio ed è spessa quanto una ragnatela. Il magnesio a contatto con l’acqua produce bollicine di idrogeno che fungono da motore di inerzia. Un naturalissimo sistema di propulsione insomma.

L’altra metà della piccolissima sfera è composta di micro strati ferrosi e dorati rivestiti da nano-parts di argento. Questa è per così dire l’arma dei piccoli robot. L’oro e il ferro prendono di mira gli agenti patogeni e l’argento li dissolve.

Attualmente la performance dei bot sono limitate solo dalla scarsa tempistica della loro propulsione naturale. Per ovviare a questo problema il team di ricercatori ha dichiarato che basterebbe introdurre più microbot possibili all’interno dell’acqua.

Gli stessi ricercatori comunicano che la tecnologia in questione è ancora in fase sperimentale e in via di miglioramento

Qui il video.

(Fonte Focus)

“Stay App Tuned”

 

Leggi anche

Condividi l'articolo