Loading...

Questo insetto meccanico è capace di volare e nuotare senza problemi prestando servizio nel campo della ricerca e dei monitoraggi ambientali.

C’è un robot in miniatura ispirato alle api capace di muoversi per aria e in acqua il cui compito è quello di analizzare quest’ultima per decretare la qualità dell’ambiente. Pesa soltanto 175 milligrammi, quasi quanto un paio di piume ed è stato progettato e assemblato a mano da un team di ricercatori di Harvard. Realizzato in fibra di carbonio modellata col laser è apparsa su Science Robotics.

Robot Bee non è munito di rotori ma di un paio d’ali che agita verticalmente per ruotare e sott’acqua utilizza le stesse estremità per pagaiare alla maniera di alcuni animali planctonici.

A differenza della sua prima versione realizzata 4 anni fa, questo nuovo gioiellino della tecnologia è due volte più pesante ma a suo vantaggio ha fatto sua la capacità di immersione che la rende più versatile e un essere anfibio a tutti gli effetti.

Per emergere dall’acqua l’insetto robotico sfrutta un sistema di micro detonazione. Il processo prevede l’incameramento dell’acqua, la scissione di questa in idrogeno e ossigeno e l’innesco della combustione. Un’esplosione a quel punto genera un rinculo che garantisce al robot una spinta di 30 cm che fa sì possa uscire dall’acqua.

Il piccolo essere metallico ha a bordo una strumentazione di tutto punto. Una telecamera, un giroscopio, un magnetometro che i ricercatori di Harvard vorrebbero usare per monitorare la qualità dell’acqua e tenere traccia della vita delle specie animali e vegetali. Prima di tutto però bisognerà rendere la produzione delle api robot più semplice, magari dotarle di una capacità di volo autonomo visto che al momento sono vincolate a una batteria e al principio del radiocomando.

Leggi anche

Condividi l'articolo