La scatola nera per il monitoraggio delle strutture - Skillapp - Web Agency Napoli
Loading...

SHBox™ permette di monitorare in tempo reale le condizioni degli edifici per prevenire i crolli.

L’ultima frontiera dello smart building è rappresentata a pieno titolo da una parente stretta della scatola nera, il database di monitoraggio integrato su navi e aerei.

SHBox è un dispositivo che nasce in simbiosi con le nuove strutture edilizie e serve a prevenirne i crolli o eventuali indebolimenti dovuti a inefficienze strutturali.

Attraverso sensori wireless e un sistema di Cloud dedicato, questo elemento innovativo è capace di rendere monitorabili ponti, strade, palazzi, viadotti anche a grande distanza, con una raccolta costante e dettagliata di dati per minuto che rende tempestivo e preventivo ogni sorta di intervento in modo approfondito e non palliativo.

Il sistema, spiega la società madre Sysdev, nasce dall’esigenza di prevenire catastrofi come i recenti crolli stradali di Annone Brianza e di Fossano, esigenza che potrebbe essere di primaria importanza visto che, stando ad un’analisi, il 22% delle infrastrutture italiane versa in condizioni mediocri di manutenzione. Il sistema può essere inoltre integrato agli edifici presenti nelle zone ad alta concentrazione sismica e determinerebbe nel caso un’allerta evacuazione prima che si verifichi una tragedia.

“Con la tecnologia SHBox™ di Sysdev è possibile valutare l’integrità di una struttura anche a distanza, in tempo reale e con grande risoluzione, grazie al numero di sensori utilizzati, senza bisogno di modelli matematici della struttura, costosi o impossibili da elaborare???, spiega Marco Bonvino, CEO di Sysdev. “Inoltre, con la visualizzazione grafica dei sensori su modello 3D navigabile della struttura si può avere una visione complessiva e immediata dello stato di salute strutturale. Questo permette anche di lavorare per migliorare la resilienza del territorio artificiale, cioè la capacità di un’area di tornare funzionale dopo un evento catastrofico???.

Fonte Rinnovabili.it

“Stay App Tuned”

Condividi l'articolo