Loading...

Copyright:  Strasburgo alla riforma: il diritto d’autore va necessariamente pagato anche online

L’Aula ha stabilito che giornalisti, editori, musicisti e creativi di ogni genere debbano essere retribuiti per l’utilizzo delle proprie creazioni da piattaforme di condivisione come YouTube o Facebook e aggregatori di notizie come Google News.

I giganti del web saranno inoltre responsabili per ciò che finisce sui propri spazi e l’uso che ne viene fatto.

Un risultato non scontato e neppure definitivo. Video e approfondimento qui sotto   

 

Durata: 2:14

Per altri contenuti di questo genere clicca qui

LINK UTILE  QUALCHE NOZIONE

Leggi anche

Condividi l'articolo